Birra&Salute

Published on giugno 20th, 2014 | by Il Birrafondaio

0

Birra nella “dieta colorata” degli Azzurri in Brasile. Parola della nutrizionista Elisabetta Orsi.

Per chi ha sempre immaginato diete rigide e senza trasgressioni nello sport dovrà ricredersi.
Elisabetta Orsi, nutrizionista della nazionale ai Mondiali, svela l’alimentazione seguita dagli azzurri in Brasile, spiegando che quella dei 4 volte campioni del mondo  è una “dieta a colori”.

“Più frutta e veduta rigorosamente colorata visto che ogni colore corrisponde a un prezioso nutriente. La dieta è stata variata anche in base alle zone in cui si andrà a giocare. Per le prossime partite a Recife e Natal abbiamo cambiato la dieta nelle tempistiche di assunzione e nella distribuzione dei pasti. Una merenda ricca in carboidrati prima di Manaus e una colazione ‘rinforzata’ dove saranno preparati dei centrifugati di frutta e verdura per ridurre gli effetti collaterali di troppo fibra prima della gara ma per mantenere tutti i benefici dei sali minerali delle vitamine e degli antiossidanti tipici di questi alimenti”.

Ma ciò che lascia sorridere è quello che possiamo definire una “piccola trasgressione“.
“Anche se qualche trasgressione è permessa – ha ammesso la dottoressa Orsi – i nostri Azzurri sono dei grandi professionisti e a mia sorpresa sono i primi a mantenere le regole! Comunque non ci facciamo mancare un buon gelato o una fetta di crostata o un bicchiere di birra ottimo integratore di sali per il dopo partita! Ovviamente senza esagerare”

Ciò a dimostrazione che la birra (bevuta moderatamente) ha tanti effetti benefici che troppo spesso non consideriamo.
Ad ogni modo, godiamoci questo mondiale sudamericano, magari festeggiando ad ogni vittoria con una Birra Italiana!


About the Author

è un portale di informazione a 360° sul mondo della birra artigianale. Notizie quotidiane su questo mondo, eventi, homebrewing, approfondimenti e tanto altro ancora attraverso il nostro sito, i nostri social e soprattutto sulla nostra rivista. PROSIT!



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Top ↑