Interviste

Published on dicembre 3rd, 2014 | by Il Birrafondaio

0

Accise birra, oggi risoluzione M5S discussa in Commissione. Gagnarli (M5S): Continuiamo la pressione, da governo segnali di apertura

Il prossimo aumento delle accise sulla birra potrebbe essere fermato. La doppia pressione, fuori e dentro l’Aula di Montecitorio, condotta da tutto il settore e dai parlamentari del Movimento 5 Stelle sembra cominciare a ottenere dei risultati, anche se non c’è ancora alcuna certezza che il governo decida di cambiare rotta sul nuovo aumento della tassa sulla birra, previsto a partire dal primo gennaio 2015.

Abbiamo fatto il punto della situazione con Chiara Gagnarli, deputata M5S in Commissione Agricoltura e prima firmataria dell’ordine del giorno, approvato dall’Aula, che impegna il governo a trovare una soluzione alternativa al nuovo aumento.

“Noi siamo impegnati già da mesi su questo fronte – spiega –. Abbiamo presentato una risoluzione in Commissione Finanze – la cui discussione è in calendario per la giornata di oggi – con l’obiettivo di scongiurare per tempo l’ulteriore aumento delle accise. In contemporanea abbiamo presentato anche un’interrogazione sullo stesso tema, alla quale però non abbiamo avuto risposta. Quindi abbiamo provato con un emendamento, sottoscrivendo anche un’iniziativa analoga del presidente di Commissione Finanze Capezzone, ma entrambi sono stati bocciati. Per questo abbiamo deciso di presentare un ordine del giorno, nella speranza di riuscire a impegnare il governo su questo tema. Il fatto che sia stato accolto senza modifiche lo considero un segnale positivo. Oggi staremo a vedere cosa succederà in Commissione con la risoluzione presentata dal collega Pesco”.

Gagnarli vede la calendarizzazione come un passo avanti positivo: “I tempi sono stretti, ma voglio leggere questa decisione come un segnale della effettiva intenzione del governo e della maggioranza di trovare una soluzione alternativa. Oltretutto si tratta di una misura fiscale dal gettito incerto e non lo diciamo solo noi, ma lo afferma anche la Ragioneria di Stato”.

Il clima generale attorno a questa problematica sembra essere positivo: “Abbiamo riscontrato un atteggiamento favorevole sulla questione anche da parte di altri gruppi parlamentari sia in Commissione Agricoltura che in quella Finanze. Come già accaduto più volte, però, bisognerà vedere chi poi avrà il coraggio di metterci la faccia esponendosi contro il governo”.

Anche la proposta avanzata da Unionbirrai di ridurre l’accisa per i microbirrifici, che secondo i nostri calcoli dovrebbe “costare” allo Stato circa sette milioni di euro, sembra trovare nel M5S una sponda favorevole: “C’è una direttiva europea che offre la possibilità al governo di favorire le piccole aziende – sottolinea Gagnarli – e riusciremo a parlarne in un prossimo incontro proprio con i rappresentanti di queste realtà, con i quali vogliamo portare avanti un discorso a più ampio raggio sulle problematiche e le prospettive del settore”.

gagnarliaccisa

Tags: , , , , , , , , , , ,


About the Author

è un portale di informazione a 360° sul mondo della birra artigianale. Notizie quotidiane su questo mondo, eventi, homebrewing, approfondimenti e tanto altro ancora attraverso il nostro sito, i nostri social e soprattutto sulla nostra rivista. PROSIT!



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Top ↑