Approfondimenti

Published on ottobre 7th, 2017 | by Il Birrafondaio

0

Eurhop! La cronaca alcolica di Mario

Come preannunciato abbiamo mandato il nostro Mario in missione a Euhop!

Ecco il resoconto alcolico della sua serata.

 

Armato del mio “piano d’attacco” e con lo stomaco pieno sono pronto a fare l’esordio ad Eurhop.

Prima nota positiva: alla biglietteria tempi d’attesa molto brevi, ma segnalo anche che è venerdì e sono le 17:30. Braccialetto al polso si passa poi al ritiro del bicchiere a forma di pinta (questa è la prima differenza con Fermentazioni e Birròforum che invece davano i calici).

A mio personalissimo avviso la scelta della pinta invece che il calice è azzeccatissima! Si può brindare con i vicini e con i ragazzi dei birrifici senza rischiare di rompere il bicchiere.
Oggi niente brindisi con i calici, oggi si fa sul serio!

Breve tappa sulle casse a sinistra per prendere i gettoni. Io non vi dico quanto gli ho lasciato, ma non cambiate meno di 20€ sennò rischiate seriamente di rifare la file per i gettoni.

Piccola pausa al bagno, ragazzi è la prima volta che trovo più fila nel bagno degli uomini rispetto a quello delle donne!

Si parte! Andiamo alla ricerca di Pracownia Piwa per bere le 2 birre a bassa gradazione che avevamo preventivato.

E subito mi tocca aggiungere una nuova regola alle precedenti che pian piano sto stilando in questi articoli: Non è detto che la birra che vuoi assaggiare sia in quel momento attaccata alla spina e quindi disponibile.

Su una lista di 500 birre è impossibile che siano tutte disponibili, le mettono ovviamente in rotazione.

Quindi alcune delle birre che sono nel mio piano di attacco) non le abbiamo potute assaggiare, ma se andate sabato o domenica potete essere più fortunati.

Ad un certo momento parte un coro, ma chi è? Allungo lo sguardo e chi ti trovo? I ragazzi del birrificio Lambrate capitanati dal “Monarca” Giampaolo, festosi, chiassosi e simpaticissimi.

Cose assolutamente da fare ad EURHOP! N°1:

“Andare allo stand Lambrate battere la mano sul bancone e dire: Allora? Lo facciamo un coro insieme?”

Ad EURHOP! C’è una fusione di elementi simile ad una birra ben bilanciata ed equilibrata.

C’è la festa, c’è una organizzazione precisa e puntuale, ci sono tanti stranieri (io ho letteralmente rimbambito una coppia di ungheresi su quali birre italiane devono assolutamente assaggiare) ci sono le ragazze con i pretzel o brezel che girano per tutto il salone. C’è la musica, una marea di tavoli fuori, un salone che è bellissimo, gente con capigliature e magliette imbarazzanti, impiegati in giacca e cravatta, coppie con carrozzine, di tutto! Ero così emozionato che… mi son perso la moleskine ed ho scritto tutti i miei appunti sui fogli del “piano d’attacco”.

Vi elenco subito le birre che non sono riuscito a bere perché non disponibili:

  1. Di Pracownia Piwa: la Bez Porzeczka e la Smoked Cracow
  2. Di MC77 l’Ape regina e la Bastogne
  3. Di Brewski la Pango
  4. Di Jungle Juice la Fruit JAY

Ma le altre c’erano tutte!! E allora che inizino le danze!

Birrificio Lambrate

Cominciamo subito con i ragazzi di Lambrate, oltre alla simpatia c’è di più! Nei miei piani avrei dovuto provare l’American Magut e l’Imperial Ghisa, ma si sa già che sono buone. Le abbiamo assaggiate ma la vera sorpresa è stata un’altra!  Ed è la birra che vi straconsiglio di andare ad assaggiare e che andrà a finire nella lista in fondo all’articolo:
rullo di tamburi…

La Grateful Deaf! Una Black Chili Rye IPA (per me che sono ignorante una smoked IPA) da pauraaaa!

Una birra che era nata come di nicchia, per un certo periodo, ha avuto così successo che non l’anno più tolta. E ti credo! Realizzata in collaborazione con “Ken Fisher (Portland – USA)” mica bau bau micio micio.

Avete mai mangiato la cioccolata al peperoncino? No? Pivelli! Il piccante con il dolce forma un connubio di aromi e sapori mooolto intenso e piacevole. Ovviamente se si sanno sapientemente miscelare gli ingredienti. Beh i ragazzi di Lambrate ci sono riusciti! Eccome se l’hanno fatto! Malto d’orzo e un pizzico di malto di segale, alla bevuta si sente caffè, cacao e poi un pizzico di piccante che emerge leggero e fresco.

Che birra ragazzi! Assolutamente da provare!

Non ci credete? Allora vi dico questo: mia cognata odia il piccante e non ama troppo le IPA perché sono amare. Beh, adora la Grateful Deaf I ragazzi di Lambrate sono riusciti ad ammorbidire l’amaro e a controllare il piccante dato dall’infuso di habaneros (si avete letto bene).

Bravi bravi bravi.

Passiamo ora ad un altro birrificio Lombardo:

Brewfist

Si lo so con questi birrifici sto andando sul sicuro, ma vi ricordo che il mio palato proviene da altri lidi e che non si abitua facilmente all’amaro, al secco all’acidulo etc…

Dagli amici di Brewfist abbiamo assaggiato La Spaceman, un’IPA profumatissima, forte, uno dei pilastri di Brewfist. Ma la vera sfida era un’altra! Una birra che fa 80 IBU, una Double IPA (Cryo Hops) da 8 gradi.

Avete capito di che sto parlando?

La Pilot Lab Double Ipa 01! Il mondo dei birrifici artigianali è bello proprio perché è sempre pieno di sorprese e nuove sperimentazioni. Beh questa birra è fantastica!! Una super sorpresa, all’olfatto non profuma tanto ma al palato è una bomba!! Sono riusciti sapientemente a domare l’amaro che persiste in modo molto equilibrato per tutta la bevuta. E che cavolo!

Ma se son tutte così buone io stasera da EURHOP! me ne torno strisciando!!

Decidiamo di mangiare qualcosa.

Cose assolutamente da fare ad EURHOP! N°2:

“Mangiare un Pretzel o Brezel comecavolosichiama”

Salati il giusto, saporiti, mmmm… occhio che creano dipendenza.

Avanti c’è posto! Si continua!!

Vi devo chiedere scusa, avevo detto che nel piano di attacco non sarei andato dai birrifici che già conosco ma non ce l’ho fatta!

Non Potevo non andare a salutare Marco e Anita de Il birrificio di Cagliari e sorseggiare tra una chiacchiera e l’altra la  Meli Marigosu  e la Mutta Affumiada (quella che hanno in spina l’ho trovata particolarmente buona).

Inoltre ho sorseggiato “a mezzi” con mia cognata anche la Tripel “Fuoco” di Birra dell’Eremo  (occhio che fa 8,5%). Non l’avete assaggiata? Tenetevela come ultimo assaggio prima di andare via, lascia un sapore in bocca che è una poesia.

Abbiamo visitato anche un altro stand e ci siamo addentrati in un mondo completamente inesplorato: il mondo della birra Lambic.

Brasserie Cantillon

Il mondo della birra a fermentazione spontanea a me era abbastanza sconosciuto, ve l’ho detto sono ancora un pivello. Gli amici del Birrafondaio mi hanno detto: con Cantillon dove becchi, becchi bene.

Io mi sono fidato e mi sono buttato.

Abbiamo assaggiato la Rosè de Gambrinus con lamponi e la Gueuze.

Partiamo dal fatto che il mio palato ancora non digerisce bene le note acide, queste birre necessitano, a mio avviso, di palati esperti, quindi chi non è avvezzo a certi sapori con spiccate tinte di acidità è avvisato.

Consiglio: prendetene un assaggio piccolo o al lampone o all’albicocca e gustatevela insieme.
Il palato va educato, quale migliore occasione per ampliare il ventaglio di sapori nuovi con le tinte colorate delle Lambic di Cantillon?

Salutiamo gli amici di Bruxelles e andiamo in un altro stand a fare la nostra prima combo.

Combo? Ma che dici?

Ma si! Alcuni stand nello stesso blocco ospitano 2 birrifici e quando ci sono due birre interessanti in entrambi i birrifici che si fa?

Si fa la combo!

Molise e Lazio spillano fianco a fianco due birre fe-no-me-na-li

Cominciamo dal Molise

Birrificio La Fucina

Nel piano di attacco ho scritto “Chissà com’è..”, ora ve lo dico è buonissima!

Di cosa sto parlando? Ma ovvio! Della Hello Speck: una Smoked Salty (per i neofiti come me un’affumicata sapida). La sapidità del sale di Trapani c’è ma è sapientemente controllata lasciando un’altissima bevibilità.
Profumata, fresca… che dire.. La combo è cominciata molto bene!

Mi sposto di 50 centimetri, passo la smokey a mia cognata e passo ai vicini di Bassano Romano.

Hilltop Brewery

Chi poteva pensare che in un solo stand avrei potuto trovare tutte queste perle brassicole?

Ringrazio ancora gli amici del Birrafondaio J.
Bene, agli amici di Hilltop faccio una sola richiesta, decisa. Desidero assaggiare la Miele d’Autunno.

Una Honey Belgian Ale, dolce, profumata, non so se ora dirò una cavolata atomica ma al palato sembrava quasi una tripel. Dolce ma non stucchevole, si fa bere che è un piacere.

Combo riuscita a pieni voti!

Ora passiamo ad altri due birrifici che ci hanno portato verso il limone e il mango.

Ritual Lab

Un saluto speciale agli amici di Formello ed un ringraziamento per una delle birre più beverine con sentori di limone ma che non hanno il limone! Che? Non c’è il limone dentro?

Eh già. Nella Super Lemon Ale il sentore di limone è dato dal luppolo americano Citra.

È limonosissima come avevo scritto nel piano di attacco, amara e beverina. Un’American Pale Ale notevole, consigliata per gli amanti delle APA.

Brewski

Se sapete bene l’inglese potete sbizzarrirvi con le domande allo stand svedese di Brewski. Purtroppo la Pango non era attaccata ma ci siamo imbattuti nella fruttatissima Mangofeber. Una Double IPA che zitta zitta fa 8% e neanche te ne accorgi. Si beve che è una bellezza. Un’altra IPA beverina che segnalo agli amanti dello stile. Abbiamo assaggiato anche la Red Robot Double IPA, ma la Mangofeber, a nostro avviso, è molto più fruttata e beverina.

Bene siamo arrivati alla fine della noshtra prima esperienza ad EURHOP! 2017

Che venerdì ragazzi!

Vi lascio con l’immancabile lista di 4 birre da bere assolutamente ad EURHOP!

  1. Birrificio La Fucina – Birra Hello Speck
  2. Birrificio Hilltop Brewery – Birra Miele d’Autunno
  3. Birrificio Brewfist – Birra Pilot Lab Double IPA 01
  4. Birrificio Lambrate – Birra Grateful Deaf Smoked IPA

Tags: , , , , , , , ,


About the Author

è un portale di informazione a 360° sul mondo della birra artigianale. Notizie quotidiane su questo mondo, eventi, homebrewing, approfondimenti e tanto altro ancora attraverso il nostro sito, i nostri social e soprattutto sulla nostra rivista. PROSIT!



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Top ↑