Approfondimenti

Published on settembre 19th, 2014 | by Il Birrafondaio

0

Birra artigianale, Unionbirrai analizza il fenomeno beer firm

sfodobeerfirmsito

Rappresentano quasi il 12 per cento del settore della birra artigianale italiana, eppure non hanno stabilimenti produttivi, quasi l’80 per cento non ha dipendenti e l’85 per cento ha un fatturato inferiore ai 100 mila euro. Sono le beer firm italiane, secondo il profilo tracciato dall’indagine di Altis/Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, con il patrocinio di Unionbirrai, i cui contenuti sono stati anticipati nel corso della manifestazione “Fermentazioni” a Roma.

Quella delle beer firm è una realtà in fortissima crescita (lo scorso anno erano 56 e secondo le previsioni saranno 160 alla fine del 2014) e un segno del crescente interesse per la birra artigianale, che porta molti appassionati a mettersi alla prova, tentando di trasformare il proprio hobby in business, ma anche, accusano alcuni produttori, una forma di “speculazione” che sfrutta l’attenzione cresciuta attorno al “fenomeno birra artigianale”.

In un contesto come quello italiano, in cui il 55% delle imprese del settore artigianale non ha dipendenti e il 46% è sotto la soglia dei 100 mila euro di fatturato, questa realtà è vissuta da una parte dei birrifici come una “concorrenza sleale”. Le beer firm, dicono in molti, sfruttano la grande attenzione mediatica guadagnata dal lavoro degli artigiani del settore con anni di lavoro e di investimenti, senza assumersi il rischio di dare vita a un impianto produttivo.

D’altra parte, in un contesto in cui l’accesso al credito è riservato a chi ha grandi garanzie, quello delle beer firm è per molti giovani appassionati un primo passo obbligato per cercare di entrare in questo mercato. Non a caso l’85,8% di queste realtà non supera una produzione di 250 Ettolitri (nel settore sono poco più del 41%) e nessuna produce più di cinque diverse birre.

Il futuro del settore è ancora tutto da scrivere e probabilmente i prossimi anni porteranno a una importante “scrematura”, la speranza è che questa avvenga in favore di chi punta sulla qualità e non sul marketing, sia esso proprietario o meno dell’impianto in cui produce la sua birra.

Tags: , , , , , ,


About the Author

è un portale di informazione a 360° sul mondo della birra artigianale. Notizie quotidiane su questo mondo, eventi, homebrewing, approfondimenti e tanto altro ancora attraverso il nostro sito, i nostri social e soprattutto sulla nostra rivista. PROSIT!



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Top ↑