Curiosità

Published on giugno 9th, 2016 | by Il Birrafondaio

0

Brexit, quando scegliere una birra diventa un atto politico

Il dibattito sull’uscita della Gran Bretagna dall’Europa sta dividendo l’opinione pubblica britannica e non poteva non raggiungere anche il mondo della birra.

A coinvolgere i beer lovers è stato il birrificio Little Valley Brewery dello Yorkshire che in vista del referendum previsto per il prossimo 23 giugno ha deciso di dare vita ad un particolare tipo di sondaggio.

Il produttore inglese ha infatti realizzato oltre cinquemila litri di tre diverse pale ale chiamandole “In” “Out” e “Idk” (I don’t know ovvero “non lo so”).

Quelli di Little Valley Brewery hanno quindi chiesto agli appassionati di scegliere la loro birra sulla base delle loro intenzioni di voto. Ogni birra, ha spiegano dal birrificio, risponde a delle precise caratteristiche: la “In” è particolarmente fruttata e luppolata, con una forte influenza dalle tendenze continentali, “Out” è invece una light ale con forti sentori di “euroscetticismo” e una finale secco e amaro, infine la “Idk” è una pale ale pastosa e maltata con un finale “complesso e destinato a provocare riflessioni”.

I risultati del “sondaggio” verranno pubblicati a ridosso del voto ma secondo quanto “trapelato” la più venduta al momento è la “In”.

brexit

Tags: , , , , , , ,


About the Author

è un portale di informazione a 360° sul mondo della birra artigianale. Notizie quotidiane su questo mondo, eventi, homebrewing, approfondimenti e tanto altro ancora attraverso il nostro sito, i nostri social e soprattutto sulla nostra rivista. PROSIT!



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Top ↑