Curiosità

Published on agosto 9th, 2016 | by Il Birrafondaio

0

Follie estive: quando una birra vale un’accusa di rapina a mano armata

Quando la temperatura sale, e con essa la voglia di birra, a volte si rischia di fare delle scelte piuttosto avventate. Ne sanno qualcosa il personale e i clienti di un supermercato della catena 7-11 di Garland in Texas. Qui, infatti, un uomo è entrato nel locale e si è portato via una cassa di birra puntando una pistola contro il cassiere e due clienti fermi in fila. Il ladro di birra non  si è preoccupato del rischio corso dai presenti, né del fatto che come quasi tutte le attività commerciali negli Usa il 7-11 fosse dotato di telecamere di sicurezza. A quanto pare, però, nonostante le immagini e le dichiarazioni dei testimoni, finora la polizia locale non è riuscita ad identificare l’autore della rapina e ha quindi deciso di diffonderne le immagini.

Un caso analogo, ma decisamente più in larga scala, si sarebbe registrato a Ciudad Juarez, in Messico. Qui, secondo quanto affermato dai dipendenti di un piccolo supermercato, un uomo li avrebbe sorpresi mentre aprivano il negozio e, dopo averli colpiti alla testa, li avrebbe costretti ad entrare e immobilizzati per alcune ore. Il tempo necessario a far sparire oltre 300 cartoni di birra ma non, si è appreso, il denaro contenuto nella cassa. Sulla vicenda sta ora indagando la polizia che, secondo quanto riportano i media locali, starebbe pensando ad una messa in scena organizzata dagli stessi lavoratori.

rapinabirra

Tags: , , , , , , ,


About the Author

è un portale di informazione a 360° sul mondo della birra artigianale. Notizie quotidiane su questo mondo, eventi, homebrewing, approfondimenti e tanto altro ancora attraverso il nostro sito, i nostri social e soprattutto sulla nostra rivista.
PROSIT!



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Top ↑