News

Published on giugno 25th, 2014 | by Il Birrafondaio

2

Piange se non beve birra: Il caso di Cheng Cheng, alcolizzato a soli 2 anni.

Si chiama Cheng Cheng, il bambino cinese che a soli due anni, preferisce l’alcol invece che attaccarsi al latte materno come tutti i suoi coetanei.
Il piccolo, secondo i medici, presenterebbe già i sintomi dell’astinenza, con tremori e sbalzi d’umore e gli stessi medici temono inoltre che il vizio per l’alcol possa avere in qualche modo provocato dei danni cerebrali al bambino.

I genitori, indagati per via di una foto dove si vede il piccolo Cheng Cheng bere da una bottiglia di birra, si sono giustificati dicendo che il bambino può bere tranquillamente il quantitativo di una bottiglia di birra senza effetti evidenti e che si lamenta e piange se non beve.
La zia Cai Teng, ha spiegato invece, che “I suoi occhi sono sempre sulle bottiglie di alcol, ed a poco serve riporle in posti nascosti”.

Episodio simile, è accaduto anni fa dove un altro bambino di 3 anni era stato definito il più giovane alcolista di Inghilterra. Secondo i giornali il piccolo aveva iniziato bevendo le bevande alcoliche dei genitori fino a sviluppare un problema serio, ubriacandosi quattro o cinque volte a settimana. 

Tags: , , , ,


About the Author

è un portale di informazione a 360° sul mondo della birra artigianale. Notizie quotidiane su questo mondo, eventi, homebrewing, approfondimenti e tanto altro ancora attraverso il nostro sito, i nostri social e soprattutto sulla nostra rivista. PROSIT!



2 Responses to Piange se non beve birra: Il caso di Cheng Cheng, alcolizzato a soli 2 anni.

  1. Pingback: Piange se non beve birra: Il caso di Cheng Cheng, alcolizzato a soli 2 anni. | CookingPlanet

  2. Pingback: Piange se non beve birra: Il caso di Cheng Chen...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Top ↑