Questione di Stile

Published on novembre 15th, 2016 | by Il Birrafondaio

0

Questione di Stile – Le Weizen

Le Weizenbier sono birre ad alta fermentazione, caratterizzate dall’utilizzo di una materia prima come il frumento (in Tedesco Weizen) e quindi non solo dell’orzo. Queste birre sono tipiche della Baviera, dove per definirle si utilizza anche il termine Weißbier o Weissbier (“birra bianca”). Il frumento, nelle weizen, è utilizzato nella misura almeno del 40-50% sul totale della ricetta ed è sempre maltato, una tra le peculiarità che le contraddistingue dalle loro “cugine” belghe, le birre Blanche (o Witbier), dove si utilizza frumento non maltato.

Generalmente di colore giallo paglierino opalescente, a volte ambrate, particolarmente carbonate e di gradazione alcolica moderata (4-5°), le Weizen si contraddistinguono soprattutto per il lievito utilizzato che conferisce un aroma fruttato (banana matura) e speziato (chiodi di garofano). Il luppolo, invece, qui non la fa da padrone in quanto ha il solo scopo di bilanciare il malto. Si utilizzano le tradizionali varietà tedesche ed europee (Hallertauer, Tettnager, Northern Brewer).

Il bicchiere in cui vengono servite è il caratteristico weizenbecker che si presenta particolarmente alto, largo alla bocca per favorire la schiuma, stretto ai fianchi e leggermente più largo alla base.

Le più conosciute tipologie di Weizenbier sono rappresentate dalle Hefeweizen, birre non filtrate, il cui aspetto appare tipicamente torbido a causa della presenza di lieviti (in Tedesco Hefe) e sostanze proteiche in sospensione; si differenziano dalle Kristallweizen, che sono filtrate, ed hanno il tipico colore trasparente e cristallino; altra tipologia è rappresentata dalle Dunkelweizen, caratterizzate da un colore ambrato (dunkel, infatti significa “scuro” in tedesco) e da un contenuto alcolico generalmente superiore alle normali Weizen; infine abbiamo le Weizenbock, birre Weizen prodotte con gli ingredienti di una classica (frumento compreso), ma in stile Bock che genera birre non troppo amare, abbastanza forti (almeno 6% vol.) e con un utilizzo moderato di luppolo.

Una piccola nota va per la Berliner Weisse (marchio registrato protetto dalla  Associazione dei Birrai di Berlino), anch’essa birra di frumento ad alta fermentazione che viene prodotta nel nord della Germania. È una birra a bassa gradazione alcolica (meno di 3% vol.) ed è caratterizzata da un’elevata acidità dovuta alla fermentazione lattica.

de-7-glazen-weizenbier

 

Articolo presente nella nostra Rivista “Il Birrafondaio” Anno 3 Numero 2

Tags: , , , , , , ,


About the Author

è un portale di informazione a 360° sul mondo della birra artigianale. Notizie quotidiane su questo mondo, eventi, homebrewing, approfondimenti e tanto altro ancora attraverso il nostro sito, i nostri social e soprattutto sulla nostra rivista. PROSIT!



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Top ↑