Curiosità

Published on maggio 25th, 2015 | by Il Birrafondaio

0

Scienza, paralizzato da oltre dieci anni torna a bere birra da solo grazie a protesi controllata dalla mente

Per Erik Sorto il primo sorso di birra bevuto da solo in 13 anni ha un significato particolare. Il 34enne americano è infatti paralizzato da oltre un decennio e se è potuto tornare a godersi la sua birra senza l’aiuto di nessuno è solo grazie ad una incredibile protesi che il ragazzo è in grado di controllare direttamente con degli impulsi generati dal suo cervello. Erik è infatti coinvolto in un progetto avviato dal California Institute of Technology (Caltech) che prevede l’impianto nel suo cervello di alcuni sensori che gli permettono di controllare le protesi come se fossero parte del suo corpo.

La ricerca alla quale sta partecipando Erik ha un forte elemento innovatvo perché, a differenza di quanto accadeva in passato, non lavora sulla regione del cvervello che controlla i muscoli, come accaduto finora con buoni risultati ma scarsa precisione e rapidità di reazione, ma si concentra invece su quella parte che elabora desideri ed intenzioni. Un processo che dovrebbe consentire di raggiungere una mobilità più fine e naturale delle protesi.

Clicca sull’immagine per visualizzare il video con la storia di Erik:

beerparalyzed

Tags: , , , , ,


About the Author

è un portale di informazione a 360° sul mondo della birra artigianale. Notizie quotidiane su questo mondo, eventi, homebrewing, approfondimenti e tanto altro ancora attraverso il nostro sito, i nostri social e soprattutto sulla nostra rivista. PROSIT!



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Top ↑