News

Published on maggio 27th, 2015 | by Il Birrafondaio

0

Usa, arriva la birra che invecchia a ritmo di Wu-Tang Clan

Negli ultimi anni abbiamo registrato la nascita di molte birre dedicate, se non prodotte in collaborazione, con rock star internazionali. Si è trattato di operazioni commerciali più o meno riuscite, in cui il legame tra birra e musica è sempre stato legato più ad un’idea, un’ispirazione, che ha una reale “contaminazione” tra i due mondi.

Il concetto che sta alla base della “Ain’t Nothin’ To Funk With”, realizzata dal birrificio di Philadelphia Dock Street Brewery, è invece un po’ diverso. La creazione del mastro birraio Vince Desrosiers, grande appassionato di musica, non solo è ispirata alla musica del gruppo rap, ma, come spiegato da un tweet, affronta tutta la fase di invecchiamento accompagnata dalle “vibes” del Wu-Tang Clan, che risuonano 24 ore al giorno nell’area del birrificio dedicata all’invecchiamento

. “È iniziato tutto come un gioco – ha spiegato ad alcune riviste specializate Desrosiers – e abbiamo cominciato a chidderci se il suono dei bassi potesse provocare una quantità sufficiente di vibrazioni per far muovere il lievito e creare nuovi aromi e sapori nel corso della fermentazione”.

Ora sarà necessario attendere qualche mese per vedere come questa golden saison reagirà al “bombardamento” di hip hop “old school”.

wtcdockbreweryinstagram

Tags: , , , , , ,


About the Author

è un portale di informazione a 360° sul mondo della birra artigianale. Notizie quotidiane su questo mondo, eventi, homebrewing, approfondimenti e tanto altro ancora attraverso il nostro sito, i nostri social e soprattutto sulla nostra rivista. PROSIT!



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Top ↑